Assoluto

Se vuoi leggere l’approfondimento su tutto il tema di oggi qui accennato clicca a destra sul titolo (oppure scegli il titolo che più ti aggrada).


Se vuoi esprimere il tuo pensiero, o se in qualche modo vuoi parlarci, clicca QUI! dove puoi digitare il tuo nome e quello che pensi; ricordati poi di cliccare il bottone “Pubblica il commento” .

Sembra che tutti vogliano aver ragione, anche contro Dio. Questo è anche il pericolo costante del mondo della politica. Chi vince si sente padrone del mondo. I cristiani sono al sicuro da quel “maledetto l’uomo che confida nell’uomo”.

Assoluto
È vero: le filosofie moderne, quelle affermate dopo il XVIII secolo, pongono come fondamento la Ragione. La Ragione sembra diventare qualche cosa di assoluto. La ricerca quindi deve scoprire questo Assoluto, che, essendo storico, non può essere fermo, quindi sciolto anche dal tempo. È un assoluto che cammina, cambia con il cambiare dell’uomo. Perfino Dio, se c’è, deve essere sottoposto all’assoluto della ragione, sola in grado di affermare la certezza delle cose.
Quale ragione? La mia, quella di Kant, quella di Stalin? Insomma la ragione umana rotola con il tempo, in esso si afferma, con esso passa.
Il bisogno umano di un punto fermo, è vera necessità dell’uomo, oppure è la manifestazione di una sua nevrosi esistenziale?