Battesimo e luce

Battesimo e luce
Il battesimo cristiano crea nuovi figli di Dio? Prima del Battesimo non eravamo figli di Dio? Eppure si afferma e si riafferma che ogni creatura è figlia di quel Padre che l’ha creata. Forse il sacramento del battesimo è una esplicitazione completa del nostro essere figli di Dio. È un atto di doppia accettazione libera: accettare di essere figli del Padre e accettare di essere concorporei di Gesù nella Chiesa.
Battezzati nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, viviamo nella nostra carne e nella nostra coscienza la bellezza la grandezza della nostra appartenenza alla famiglia di Dio.
Per dichiarare che nessuno è trascurato da battesimo, i teologi hanno ipotizzato e affermato l’esistenza di un “battesimo di desiderio”, indicando che ogni persona, che vive eticamente e religiosamente è pronta anche a un battesimo di acqua e di Spirito Santo, se avesse “incontrato” esplicitamente l’offerta del battesimo cristiano.
Destano tenerezza quei poveri cristiani, che pretendono di “sbattezzarsi”. Nessuno, che è figlio di Dio, può esimersi o dal battesimo di acqua (soprattutto se già ricevuto) oppure dal “battesimo di desiderio”. Gesù annette alla predicazione il battesimo. “Andate e annunziate il Vangelo a tutte le genti, battezzandole nel nome… ecc.”. Questo ammaestrare le persone è già un battesimo? È già una immissione nella “verità”, ossia in quel Gesù che è verità?
“Voi siete mondi grazie alla parola che io vi ho detto!” (Gv 15, 3). La Parola è un bagno salutare; il battesimo è anche acqua che purifica. S. Agostino: Pietro che battezza è Cristo che battezza. Il Battesimo non è un rito sì, ma anche una rivelazione.
24.01.18

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*