Cominione 2

Comunione 2
Quanto comunichiamo, da credente a credente, riguardo a Gesù e alla sua azione perenne, diventa comunione (coinonia) tra di noi nel dono di Dio? Tutti i modi di comunicare?
Già S. Giovanni si pone in comunione con i suoi, attraverso uno scritto. Quindi il comunicare il Verbo (Parola), può attuarsi anche tramite lo scritto. Oggi i cosiddetti “mezzi di comunicazione sociale” veicolano la Parola, e, tra i credenti, Gesù e il suo Spirito.
Una e-mail, un blog, dentro i quali si veicola Gesù, sono i mezzi più importanti non solo di informazione, di propaganda, di ricreazione, ma anche di comunione nello Spirito di Gesù.
Un tempo si notava come le vie romane erano un magnifico supporto per gli apostoli, quelle vie costruite per gli eserciti, per il commercio e per l’organizzazione amministrativa e per il dominio tramite l’organizzazione politica. Tutto poteva servire e favorire la salvezza donata dal Vangelo. Tutto l’umano era assorbito dal Verbo! Tutto stava diventando l’amata salvezza del Padre nel mondo.
Noi, utilizzando, nel nostro piccolo, per la salvezza di nostri amici, la tecnica nuova della comunicazione, rendiamo “divina” quella tecnica che era concepita solo in vista dell’informazione e del profitto. Google forse non sa, ma noi eleviamo alla grandezza infinita, ciò che la vista tecnica e commerciale restringe dentro la ristrettezza del tempo e dello spazio, per quanto dilatati dalla tecnica. Una volta si benediceva il frumento e la vite, serviti alla comunione in Gesù, ora benediciamo la tecnica a servizio della Parola.
27.12.17

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*