Verso l’alba

Se vuoi leggere l’approfondimento sul tema di oggi qui sotto accennato… clicca qui (oppure scegli a destra il titolo che più ti aggrada). Questo lo devi fare se vuoi entrare nel DIARIO ed là esprimere la tua  riflessione di oggi. Grazie.


Se vuoi esprimere il tuo pensiero, o se in qualche modo vuoi parlarci, clicca subito su DIARIO, dove puoi digitare il tuo nome, la tua email e quello che pensi; ricordati poi di cliccare il bottone “Commento all’articolo” .

L’argomento della riflessione di oggi è:

Solo la speranza è cristiana

Verso l’alba
La via crucis non può esser rappresentata come una descrizione fotografica dell’avvenimento. Ogni rappresentazione pittorica, o drammatica, della Passione di Gesù, è una proiezione dei sentimenti dell’autore.
La via crucis quindi non può essere delineata, né abbellita, neppure da una faccia di Cristo, serena nella sofferenza, perché lui è entrato nel buio, quel buio che si condenserà nel “discendere agli inferi”. Un buio tuttavia che non spegne la speranza: “Oggi sarai con me nel Paradiso!”. Una speranza che non evita il nero della croce, ma non si perde in esso, per quanto fitto esso sia. Infatti in quel nero, in quel fascio tenebroso, Gesù resta sempre figlio di Dio. La notte lo abbraccia, ma non lo sopprime: la sua faccia e il suo corpo vivono nella notte torturante, non esaltano la morte, ma attraverso la morte, alla fine, esaltano la vita: Risurrezione. Anche i tunnel sono per godere la luce.

Tu che ne pensi? Ce lo puoi dire? Te ne saremo grati. Come siamo grati a coloro che già hanno iniziato il nuovo (nuovo perché per il momento altri mezzi ci sono stati impediti) contatto con noi in questo blog. Per scriverlo apri la sezione DIARIO. Grazie.